Blog, Spunti per un viaggio

Nella terra della fata dagli occhi blu…

La Provenza è bellissima, ed è bellissimo attraversarla in lungo e in largo in auto, a piedi, in bicicletta, come vi pare…

io ci vado spesso e tra gli itinerari in moto che propongo, quelli specifici verso l’altopiano di Valensole e quello di Albion sono tra i più apprezzati. Perchè vi assicuro che andarci in moto è decisamente un fantastico modo di visitarla, lasciandosi avvolgere dai suoi colori e dai suoi profumi.

La Provenza ha molte meraviglie da offrire, ma una in particolare è particolarmente famosa: le sue coltivazioni di “Lavande” e “Lavandin” e vale davvero la pena di andare a godere di questo spettacolo di ahimè breve durata che, negli anni, è cresciuto anche come fenomeno turistico, attraendo frotte di persone da ogni parte, che qui vengono a fotografare e farsi fotografare in mezzo ai campi…
Tra la fine di Luglio e l’inizio di Agosto le piante vengono falciate e lavorate, quindi quello tra l’inizio di Luglio e la prima settimana di Agosto è il periodo migliore per andare a godersi lo spettacolo della fioritura.
E’ un viaggio gradito anche chi non ama il “profumo di lavanda”, abituato a percepire quello degli oli essenziali o dei profumi, molto concentrato, completamente diverso da quello dolce e armonioso che ti avvolge mentre viaggi in mezzo ai campi fioriti. Su questa pagina posto le mie foto di viaggio, sperando possano essere di stimolo a chi le vede, per lasciarsi sedurre da questa porzione di Francia così bella.E la fata dagli occhi blu? …si narra che la fata Lavandula, dagli occhi azzurri e i capelli biondissimi, nata fra le lande selvagge della montagna di Lure, un giorno decise di cambiare vita e di cercare un nuovo posto da abitare. Prendendo un libro di paesaggi vide le valli della Provenza che in quell’epoca erano aride e brulle, senza vita, la fata presa dallo sconforto si mise a piangere e le sue lacrime macchiarono di blu le pagine del libro; per rimediare al danno fatto Lavandula prese un pezzo di cielo e lo stese sulle lande desolate della Provenza e da allora in quelle terre deserte iniziarono a nascere ricche distese di fiori blu, e si dice anche che le ragazze bionde nate in quelle terre abbiano anch’esse negli occhi dei lustrini color lavanda, ma questo dovrete verificarlo voi stessi…

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.