ALTA LANGA in moto

Un giretto nelle Langhe, quelle meno blasonate, meno pubblicizzate ma non di certo meno interessanti, soprattutto per noi che non amiamo correre ma ci piace guardarci intorno alla ricerca del campanile che ci dica che li c’è un paesino, del castello che non ci saremo mai aspettati di vedere ecc.
Se ancora non conoscete queste zone o non ci siete mai stati, andate a farci un giretto. Le strade sono molto panoramiche, un paesaggio diverso da quello che vedreste nell’area dei Grandi vini.

Vi allego una mappa (veramente minimalista) con un brave tratto di itinerario “possible” più alcune eventuali deviazioni che in questa stagione (ora è Giugno) riservano molte sorprese, prima tra tuee la sensazione di viaggiare sulla tavolozaz di un pittore, tanti sono i colori che vedrete intorno a voi e ai lati della strada).

Come utilizzare le mappe di GOOGLE MYMAPS

Anche qui vi sono i vigneti che daranno origine tra gli altri alle bollicine dell'”Alta Langa” D.O.C.G. (marchio che ne attesta la provenienza geografica, attribuito soltanto a di particolare pregio), e i noccioleti, ma la mano dell’uomo si nota meno, i paesaggi sono più “selvaggi”, i paesi sono spesso intuibili da un solitario campanile che svetta di tra gli alberi dul versante opposto della collina.
Ci sono strade minori che attraversano conche fiorite e villaggi impreziositi torri medievali, ricordo di un passato in cui le distanze di misuravano in “ore o giorni di viaggio” e ogni gruppetto di case rappresentava un possibile punto di sosta per un viandante in transito per queste terre.

La moto è il mezzo veloce per eccellenza, ma è dondolando piano tra le curve che si ritrovano quell’equilibrio e quel ritmo che opermettono di “ricentrarsi” dagli affanni quotidiani.
Qui trovate una traccia con indicate alcune possibile “deviazioni” che vi suggerisco di percorrere, con calma, per dare tempo allo sguardo di cogliere i picoli dettagli, ma l’Alta Langa è TUTTA da scoprire e vedere, una volta che ci si è stati vi ci si torna, questo è poco ma sicuro!

San Benedetto Belbo, descritta ampiamente da Beppe Fenoglio nei suoi scritti (“La Malora” e “Un giorno di fuoco”).
Cortemilia, e i quartieri di San Michele e San Pantaleo con due le omonime chiese, la Pieve di S. Maria dell’Assunta e l’ex Convento dei Padri Minori e tutto intorno i campi di nocciola della pregiatissima varietà: “Tonda Gentile”
Insomma, girate, curiosate, scoprite, ma soprattutto prendetevi il tempo di fare con calma…
Perchè in un mondo sempre più affannato proprio la “calma” sta diventando il valore aggiunto più prezioso.
Con il tempo e quando avrò tempo andrò a “integrare” la mappa di altri brevi tratti di strada, che hanno l’intento semplicemente di fornire uo stimolo ad andare a “scoprire” questa zona poi , se ne avrete voglia, a scrivermi le vs. impressioni e inviarmi le vostre immagini, da aggiungere sull’album delle foto.

Cosa vedrete sulla mappa:
Lettera “i” cerchiata di BLU, punto di partenza del mio itinerario, cliccando ci sopra vedrete una breve descrizinoe dell’itinerario stesso
TRACCIA VERDE – è un percorso davvero semplicissimo a accessibile a chiunque con qualsiasi moto e un livello minimo di capacitò di guida
TRACCE ARANCIONI – brevi tratti di strada dove incrociare lungo il passaggio qualcosa di carino da vedere
PUNTATORI MAPPA AZZURRI – i paesi principali toccati dall’itinerario principale
PUNTATORI MAPPA ARANCIONI – i paesi principali toccati dalle varianti
STELLINE VIOLA – alcune cose carine da vedere, cliccandoci sopra potrete leggerne il nome e magari anche una breve descrizione
Ciao!

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.